Le nuove sfide e prospettive della fisica

Condividi su      
G. Grosso   28-11-2019    Leggi in PDF

L'organizzazione delle attività scientifiche della Società Europea di Fisica (EPS) è strutturata in Divisioni, alcune delle quali articolate in Sezioni focalizzate su argomenti specifici, e Gruppi. Esistono poi all’interno dell'EPS alcuni Forum e Comitati tematici per quanto riguarda le attività di carattere sociale (fisica e società, integrazione europea, giovani, pari opportunità, ecc.) o societario (conferenze, premi, ecc.).

Al Forum "Fisica e Società" (EPS-FPS) è assegnato il compito di stabilire e mantenere uno stretto contatto tra i fisici e la società civile. In quanto tale, la sua attività è trasversale su Divisioni e Gruppi nell’orientare l'attenzione, formulare raccomandazioni e sollecitare azioni da parte degli organismi decisionali dell’EPS, ma anche, più in generale, nel far crescere la cultura scientifica.

Dal 2006, ogni due anni, l'EPS-FPS ha organizzato meeting per focalizzare i punti essenziali nei rapporti tra fisici e società; tra i vari temi trattati si è discusso del problema dell’educazione scientifica, per la fisica in particolare, della comunicazione dei risultati scientifici, della presenza dei fisici nel mercato del lavoro, delle azioni da intraprendere per migliorare l'immagine della fisica, dei molteplici problemi etici collegati alla fisica, e di molto altro.

L'agenda del prossimo meeting dell’EPS-FPS, che si terrà a Berlino l'1 e il 2 ottobre 2020, in occasione del 175° anniversario della Società Tedesca di Fisica (DPG), prevede di affrontare la dimensione sociale della scienza e le grandi sfide che la fisica affronterà ponendosi come orizzonte temporale l'anno 2050. Per la preparazione di questo evento, coordinato dallo spagnolo Carlos Hidalgo, del Laboratorio Nacional de Fusión di Madrid, è stato posto in opera il progetto "Grand Challenges in Physics and Society in the Horizon 2050" con il fine di redigere un esauriente rapporto che permetta di individuare e spiegare le grandi sfide della fisica, non solo per guidare i cambiamenti radicali nello sviluppo delle società e per aumentare lo standard di vita a livello globale, ma anche per fornire una comprensione di base sempre più diffusa e profonda dei fenomeni della natura.

Nella prima riunione preparatoria, tenuta a Mulhouse il 14 giugno scorso, è stata definita la composizione dell'Editorial Board che affiancherà Carlos Hidalgo nella realizzazione di tale impresa; sono stati coinvolti membri delle Divisioni e dei Gruppi dell'EPS, membri delle Società nazionali ed editor di riviste dell'EPS. Sono state discusse le principali linee guida lungo le quali orientare il progetto, la strategia da usare per intercettare la più vasta possibile platea di persone con un qualche background scientifico, quindi non solo giovani in cerca di prospettive culturali ma anche chi, a diverso titolo, è chiamato ad affrontare scelte di politica scientifica.

A partire da una bozza di lavoro originaria, i membri del Board hanno confrontato varie posizioni ottenendo un testo più elaborato sul quale arrivare a una decisione nella prossima riunione del Board il 29 novembre a Mulhouse.

La forma attuale del documento preparato si articola in due aree principali che definiranno la struttura dei due giorni del meeting di Berlino: la prima, intitolata "Physics as global enterprise for understanding nature", è maggiormente orientata alla individuazione delle nuove frontiere della ricerca in fisica, mentre la seconda, "Physics developments to tackling major issues directly affecting the lives of citizens", pone l'accento sulle molteplici applicazioni e tecnologie legate all'impatto della fisica sulla società. Per ognuna delle due aree sono stati presentati un elenco di contenuti fisici e una visione generale, accompagnata da una lista di sfide attese e di opportunità da esplorare.

La SIF partecipa con attenzione e consapevolezza a questo progetto, avendo bene in mente l'importanza della questione affrontata nell'attuale clima di politica scientifica che, lo ricordiamo, sembra talvolta voler confondere ricerca e innovazione.

Giuseppe Grosso
Consigliere SIF


The new challenges and perspectives of physics

The organization of the scientific activities of the European Physical Society (EPS) is structured in Divisions, some of which are subdivided into Sections focused on specific topics, and Groups. Then there are some thematic Forums and Committees within the EPS with regard to social (physics and society, European integration, youth, equal opportunities, etc.) or societal (conferences, awards, etc.) activities.

The Forum "Physics and Society" (EPS-FPS) is assigned the task of establishing and maintaining a close contact between physicists and civil society. As such, its activity is transversal with respect to Divisions and Groups in directing the attention, formulating recommendations and soliciting actions from the EPS decision-making bodies, but also, more generally, in making scientific culture grow.

Since 2006, every two years, the EPS-FPS has organized meetings to focus on the essential points in the relationship between physicists and society; among the various subjects covered, the issue of scientific education has been discussed, in particular for physics, as well as the communication of scientific results, the presence of physicists in the labor market, the actions to be taken to improve the image of physics, the many ethical issues related to physics, and much more.

The agenda of the next meeting of the EPS-FPS, to be held in Berlin on 1-2 October 2020, on the occasion of the 175th anniversary of the German Physical Society (DPG), plans to address the social dimension of science and the great challenges that physics will face by taking as time horizon the year 2050. For the preparation of this event, coordinated by Carlos Hidalgo, of the Laboratorio Nacional de Fusión of Madrid, the project "Grand Challenges in Physics and Society in the Horizon 2050" has been set up with the aim of drafting an exhaustive report that will allow to identify and explain the major challenges of physics, not only to guide radical changes in the development of societies and improve the standard of living on a global scale, but also to provide an increasingly widespread and profound basic understanding of the phenomena of nature.

In the first preparatory meeting, held in Mulhouse on 14 June, the composition of the Editorial Board has been defined which will support Carlos Hidalgo in the implementation of this project; members of EPS Divisions and Groups, members of national Societies and editors of EPS journals have been involved. The main guidelines along which to direct the project have been discussed, as well as the strategy to be used to intercept the largest possible audience of people with some scientific background, therefore not only young people looking for cultural perspectives but also those who, in different ways, are called to face scientific policy choices.

Starting from an original draft work, the members of the Board have compared various positions obtaining a more elaborate text on which to reach a decision in the next Board meeting on 29 November in Mulhouse.

The current form of the prepared document is divided into two main areas that will define the structure of the two days of the Berlin meeting: the first, entitled "Physics as global enterprise for understanding nature", is more oriented to the identification of the new frontiers of research in physics, while the second, "Physics developments to tackling major issues directly affecting the lives of citizens", focuses on the multiple applications and technologies related to the impact of physics on society. For each of the two areas a list of physical contents and a general vision have been presented, accompanied by a list of expected challenges and opportunities to be explored.

The SIF participates with attention and awareness in this project, bearing in mind the importance of the issue addressed in the current climate of scientific policy which, we recall, sometimes seems to be willing to confuse research and innovation.

Giuseppe Grosso
SIF Councillor

comments powered by Disqus