Il Premio Lise Meitner a Paolo Giubellino e ALICE

Condividi su      
S. Arcelli, L. Cifarelli   21-07-2014    Leggi in PDF

La Società Europea di Fisica (EPS) ha conferito il Premio Lise Meitner 2014 a Paolo Giubellino, dirigente di ricerca dell’Istituto Nazionale di Fisica Nazionale (INFN) presso la sede di Torino e spokesperson dell’esperimento ALICE presso l’acceleratore LHC del CERN di Ginevra. Condividono il prestigioso riconoscimento con Giubellino altri tre fisici che, come lui, hanno dato un contributo molto significativo allo sviluppo della fisica nucleare delle alte energie: Johanna Stachel (Physikalisches Institut der Universität Heidelberg, Germania), Peter Braun-Munzinger (GSI, Germania), e Jürgen Schukraft (CERN, Svizzera).

Il Premio Lise Meitner è stato istituito nel 2000 ed è assegnato dall’EPS ogni due anni, attraverso la sua divisione di Fisica Nucleare, a uno o più scienziati per contributi di grande rilievo in fisica nucleare sperimentale, teorica e applicata. Come si legge nelle motivazioni, l’EPS ha insignito del Premio 2014 i quattro scienziati per:

“Their outstanding contributions to the experimental exploration of the quarkgluon plasma using ultra-relativistic nucleus-nucleus collisions, in particular to the design and construction of ALICE and shaping its physics program and scientific results, bringing to light unique and unexpected features of a deconfined state of strongly-interacting matter at the highest temperatures ever produced in the laboratory.”

Primo italiano a ricevere il Premio, Paolo Giubellino è anche stato uno dei cinque vincitori del Premio Fermi della Società Italiana di Fisica nel 2013 (con Pierluigi Campana, Simone Giani, Fabiola Gianotti e Guido Tonelli).

Caro Paolo, ancora congratulazioni!

comments powered by Disqus