Lasciamoci alle spalle questo 2020!

Condividi su      
 A. Bracco    22-12-2020     Leggi in PDF

Cari Lettori,

mai come quest'anno questa frase "lasciamoci alle spalle ..." è particolarmente appropriata anche perché esprime una vera speranza di cambiamento per poter ritornare alla nostra vita "normale".

Tuttavia in quest'anno molto "diverso" abbiamo constatato con piacere che la cultura e soprattutto la condivisione della scienza sono strumenti indispensabili e molto efficaci per fare fronte a tempi così difficili.

Nel 2020, al contrario delle attività editoriali che non hanno subito sostanziali rallentamenti, le altre attività SIF hanno invece subito o cancellazioni o sono state condotte sfruttando gli strumenti telematici. L'esempio più rilevante è il nostro Congresso Annuale sul quale abbiamo scritto nell'editoriale di ottobre.

Il Congresso 2020 ha avuto un grande e inaspettato successo ma in ogni caso, ci è mancato molto lo scambio di idee e di impressioni informali durante le pause caffè o le cene. Questo perché è proprio attraverso questo scambio di informazioni che nascono idee nuove e si rafforzano le collaborazioni.

Ma ora dobbiamo concentrarci sul nuovo anno in cui dovremo ancora sfruttare parzialmente le modalità di lavoro che abbiamo sviluppato e collaudato nel 2020 e nello stesso tempo ci impegneremo in un'evoluzione verso la normalità. Abbiamo veramente voglia di una "normalità ritrovata" che sarà un po' diversa dal passato ma siamo pronti a mettere tutta la nostra energia ed entusiasmo per realizzare il nostro ricco programma di lavoro del 2021.

A nome del Consiglio di Presidenza della SIF, dei presidenti onorari e di tutto il personale, a voi tutti i migliori auguri per l'anno che verrà.


Angela Bracco
Presidente SIF


Let's leave this 2020 behind!

Dear Readers,

never as this year these words "let's leave behind ..." are particularly appropriate also because they express a real hope of change for returning to our "normal" life.

However, in this very "different" year we have noted with pleasure that culture and moreover the sharing of science are indispensable and very effective tools to cope with such difficult times.

In 2020, at variance with the publishing activities that did not suffer substantial slowdowns, the other SIF activities instead were either cancelled or were conducted using telematic tools. The most relevant example is our Annual Congress about which we wrote in the October editorial.

The 2020 Congress had a great and unexpected success but in any case, we missed a lot the exchange of informal ideas and discussions during coffee breaks or dinners. This is because it is precisely through this exchange of information that new ideas are born and collaborations are strengthened.

But now we are ready to focus on the new year in which we will still have to partially exploit the working tools developed and tested in 2020 and at the same time we will be engaged in an evolution towards normality. We really want a "rediscovered normality" that will be a little different from the past but we are ready to put all our energy and enthusiasm to carry out our rich schedule for 2021.

On behalf of the SIF Presidency Council, the honorary presidents and all the staff, to you all the best wishes for the coming year.


Angela Bracco
SIF President


Angela Bracco – Professore di Fisica Sperimentale alliUniversità degli Studi di Milano e associata all'INFN. La sua attività di ricerca è nell’ambito della struttura dei nuclei. Collabora a esperimenti internazionali che si focalizzano sulla spettroscopia gamma. È membro di numerosi comitati internazionali scientifici e di valutazione. È socio dell’Academia Europaea e socio corrispondente dell'Istituto Lombardo (Accademia).
Angela Bracco is professor of Experimental Physics at the Università degli Studi di Milano and associated to INFN.Her research activity is in the field of nuclear structure. She collaborates in international experiments focusing on gamma spectroscopy. She is in several international committees for scientific advice and evaluation. She is member of the Academia Europaea and also corresponding member of the Lombard Institute (Academy).