L'INFN a caccia di cinque scienziati stranieri (se scienziate anche meglio!)

Condividi su      
 E. Scapparone    30-11-2023     Leggi in PDF

Le attività di ricerca dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) si svolgono, in un ambito di competizione internazionale, in stretta collaborazione e sulla base di rapporti consolidati e pluridecennali con altri enti di ricerca e istituzioni universitarie italiane e straniere. Il reclutamento del personale svolge ovviamente un ruolo chiave per il conseguimento degli ambiziosi obiettivi, sia scientifici sia tecnologici, che l’Ente si prefigge. I concorsi di selezione sono solo l’ultimo passo di un percorso lungo e complesso che inizia con innumerevoli iniziative di terza missione svolte a livello nazionale, che mirano ad avvicinare giovani studentesse e giovani studenti universitari stimolando la passione per la fisica e la ricerca scientifica.

Un manifesto che troneggia in tutte le sedi statunitensi del celebre negozio di abbigliamento Brooks Brothers riporta il motto della maison: "Turning gentlemen into Presidents". L'INFN ha un obiettivo non meno facile: trasformare gli studenti in ricercatori!

Si tratta di un processo che richiede tempo: l'INFN supporta e segue, insieme agli Atenei, centinaia di studentesse e studenti dapprima durante la scrittura della tesi per la laurea magistrale, poi durante il dottorato di ricerca, mettendo a disposizione fondi e infrastrutture per consentire lo svolgimento della ricerca in fisica nucleare e subnucleare a livelli di assoluta eccellenza internazionale.

Un'adeguata formazione dei giovani, anche durante il periodo dell'assegno di ricerca, non può prescindere dall'opportunità di lavorare in collaborazioni internazionali, sia supportando la permanenza presso laboratori nazionali e internazionali, sia attraendo nelle strutture INFN giovani colleghe e colleghi provenienti da paesi stranieri.

In particolare, attrarre ricercatrici e ricercatori stranieri nell'ambito delle proprie attività è da sempre un obiettivo al centro della strategia del personale dell'Ente. Grazie alle ormai collaudate borse post-doc per fisici stranieri sperimentali e teorici, tantissimi giovani provenienti da ogni parte del mondo hanno svolto ricerca nelle strutture INFN.

Un ulteriore passo in avanti è il recente potenziamento della presenza nelle sedi INFN di scienziati stranieri "senior" di alta qualificazione, sia per offrire ai nostri giovani la possibilità di collaborare con scienziati di comprovata capacità, riconosciuta a livello internazionale, sia per attrarre in Italia competenze utili agli esperimenti che vedono coinvolto il personale delle strutture.

Recentemente il Consiglio Direttivo dell’INFN, su proposta della Giunta Esecutiva, ha approvato l'emissione di un bando di concorso per il conferimento fino ad un massimo di cinque Borse di Studio nell’ambito del programma annuale di "Foreign Visiting Scientists' Fellows", per soggiorni di ricerca presso le Sezioni, i Laboratori Nazionali e i Centri.

Le borse sono articolate su due fasce, "experienced scientists" e "senior experienced scientists", che tengono conto, anche da un punto di vista retributivo, dell'esperienza dei candidati.

Le Borse di studio hanno durata compresa tra sei mesi e un anno, rinnovabili per una sola volta; la scadenza per applicare al bando, disponibile online, è il 22 gennaio 2024.


Eugenio Scapparone – Dirigente di Ricerca dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) presso la Sezione di Bologna, di cui è attualmente il Direttore. Ha svolto la sua attività di ricerca ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso e al CERN. È attualmente impegnato negli esperimenti ALICE al CERN LHC per lo studio delle collisioni tra nuclei pesanti e DarkSide ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso per la ricerca di materia oscura. Ѐ stato membro del Council dell'EPS nel periodo 2019-2023; è attualmente membro del Nuclear Physics Board (NPB) dell’EPS e membro del NUPECC come osservatore per il NPB.