Il Nuovo Cimento 150, 100, 50 anni fa

Condividi su      
 A. Bettini    30-01-2024     Leggi in PDF

150 anni fa

Gli autori sono insegnanti nel Regio Liceo e nella Scuola Tecnica Dante di Firenze. La ricerca riguarda quei rari liquidi che sono pomfoligeni, cioè tali da lasciarsi gonfiare in bolle di varie dimensioni. Riferiscono di aver trovato sostanze che, aggiunte alla soluzione, "invigoriscono la proprietà pomfoligena" e proseguono:

Da "Monografia delle bolle liquide" di C. Marangoni e P. Stefanelli, Il Nuovo Cimento, 9 (1873) 236.

Quasi non bastassero i vaghi aspetti che assumon le bolle allorché vestono iridescenti e vivaci colori, noi volemmo tentare di dotarle di nuova bellezza riducendole fluorescenti. Ed ottime furono le resultanze che conseguimmo; talché con vera soddisfazione potemmo ottenere bolle di sfolgorante apparenza, or manifestanti quel Dolce colore d'oriental zaffiro che il divino Poeta rammenta sul principio della Cantica del Paradiso, ed ora adorne di un sì brillante verde da sorpassar di gran lunga la tinta che si ammira nei più pregiati smeraldi. Tali bolle ci fecero spesso tornare alla mente le portentose gemme descritte con tanta vena d'immaginativa in alcuni racconti indiani ed arabi.


L'archivio storico de Il Nuovo Cimento è disponibile per i Soci SIF attraverso l'Area Soci.


Alessandro Bettini – Professore emerito presso l'Università di Padova, fisico sperimentale di particelle elementari, ha condotto e diretto esperimenti al CERN e LNGS. È autore di più di 200 pubblicazioni scientifiche e di volumi di fisica generale e particelle elementari e per il pubblico. È socio dell'Accademia Galileiana di Scienze Lettere e Arti, della SIF, di cui è stato vicepresidente, e fellow dell'EPS.