A una ricercatrice del CNR un importante riconoscimento dell'OSA

Condividi su      
P. Ferraro   20-02-2015    Leggi in PDF

A una ricercatrice del CNR un importante riconoscimento dell'OSA

Antigone Marino premiata da Philip Russell, presidente OSA, e Stefan Andersson-Engles, chair del Member & Education Services Council dell'OSA.

Come ogni anno, in occasione del Winter Leadership Meeting dell'Optical Society of America (OSA), viene conferito il prestigioso riconoscimento "Outstanding Young Professional Award".

L'Outstanding Young Professional Award, inaugurato nel 2012, premia i membri giovani della Società che si siano distinti non solo per aver portato avanti un'adeguata carriera scientifica, ma anche per aver svolto attività di divulgazione nel campo dell'ottica e di promozione della Società.

La bella notizia per la comunità scientifica italiana, è che il premio quest'anno è stato conferito ad Antigone Marino, ricercatrice del CNR presso il Dipartimento di Fisica dell'Università di Napoli Federico II, durante il Winter Meeting OSA svoltosi a Washington DC il 2-3 febbraio.

Il programma Young Professionals (YP) dell'OSA è pensato per fornire ai suoi membri, al di sotto dei quarant'anni, l'opportunità di realizzare attività nel proprio ambito di ricerca al fine di consolidare le loro capacità professionali e di networking. Per esempio, i partecipanti vengono scelti come referees per le riviste della Società, vengono coinvolti in progetti di outreach e partecipano anche all'organizzazione delle conferenze OSA.

Antigone Marino è attualmente ricercatrice presso l'Istituto SPIN (SuPerconductors, oxides and other INnovative materials and devices) del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), dove si occupa di caratterizzazione ottica di materiali per le comunicazioni e per la sensoristica. Inizia la sua collaborazione con l'OSA nel 2007, fondando a Napoli il primo "chapter" studentesco italiano della Società e assumendone la carica di presidente. Nello stesso anno i chapters europei, su iniziativa degli studenti di Barcellona, fondano IONS (International OSA Network of Students), una rete europea di gruppi studenteschi attivi nel campo dell'ottica. Presto viene riconosciuto il potenziale del progetto per attrarre nuovi giovani ricercatori alla Società, ed è così che IONS diviene un network globale, attivo sui cinque continenti.

Nel 2010 Antigone Marino, insieme ad altri membri fondatori di IONS, viene contattata dalla European Physical Society (EPS) con lo scopo di dare vita a un progetto analogo a quello messo in atto dall'OSA con i chapters studenteschi, che preveda la creazione di gruppi di giovani fisici associati per promuovere lo studio della fisica. Il progetto parte sotto il nome di Young Minds (YM) e dal 2013 Antigone Marino ne svolge il ruolo di coordinatore. Il progetto oggigiorno è costituito da 31 sezioni distribuite su 15 paesi europei, e raccoglie più di 400 giovani fisici, dalla laurea triennale al PostDoc.

Va inoltre ricordato che Antigone Marino si è distinta anche in ambito nazionale con interessanti iniziative di divulgazione scientifica, con la Società Italiana di Fisica e la Società Italiana di Ottica e Fotonica.

L'assegnazione del premio dell'OSA a una giovane scienziata italiana non può che renderci orgogliosi in quanto rappresenta un importante riconoscimento a bravura e spirito di iniziativa dimostrati a livello internazionale. Quindi congratulazioni ad Antigone Marino, con l'auspicio che in futuro altri giovani ricercatori del nostro Paese possano distinguersi a livello globale in campo scientifico e nella promozione della ricerca e della cultura scientifica.

comments powered by Disqus