L'Equilibrio al Festival della Scienza di Genova 2015

Condividi su      
M. Arata   23-03-2015    Leggi in PDF
Credits: Associazione Festival della Scienza, www.festivalscienza.it

Si rinnova anche quest'anno l'appuntamento con il Festival della Scienza di Genova, in programma dal 22 ottobre al 1 novembre 2015 con il tema dell'Equilibrio. Un concetto che trova infinite applicazioni in campo scientifico (basti pensare al punto di Equilibrio in matematica, all'Equilibrio dinamico in fisica, all'Equilibrio termodinamico in termodinamica e nella scienza in generale, a quello chimico, statico, termico, ecologico, economico, ecc.) ma anche nell'arte, nella musica, nella nostra mente e nel nostro corpo.

Quale importanza ha l'Equilibrio per l'uomo, per la società, per gli organismi viventi, per la scienza, per la sostenibilità del nostro pianeta? Una domanda che si apre a molteplici risposte. Un tema che collega il Festival all'Esposizione Universale di Milano 2015, dove il Festival della Scienza sarà presente dal 7 al 28 settembre con attività laboratoriali e mostre, realizzate in collaborazione con BergamoScienza e IDIS Napoli, grazie alle quali potrà fornire efficaci approfondimenti da un punto di vista scientifico.

L'edizione 2015 non tralascerà l'importante ricorrenza dell'Anno Internazionale della Luce e celebrerà la figura di uno dei premi Nobel italiani, Enrico Fermi, ospitando una mostra interattiva realizzata dal Centro Fermi che verrà presentata in anteprima al Museo Civico di Storia Naturale di Genova (fino a gennaio 2016) per poi trovare la sua sede permanente nel nuovo museo di Via Panisperna a Roma, dedicato al grande fisico.

Fin dalla sua prima edizione nel 2003, il Festival di Genova rappresenta una delle espressioni più riuscite e apprezzate in tema di public awareness e può contare su uno straordinario impatto in termini di critica e di mass media. La strada era già stata tracciata molti anni prima, attraverso quelle pionieristiche ed entusiasmanti esperienze di contatto con il pubblico intraprese già dalla metà degli anni '90 come INFM (Istituto Nazionale di Fisica della Materia). Fu infatti proprio nel 1996 che 17mila persone affollarono in 10 giorni Palazzo Ducale di Genova per la terza edizione di Imparagiocando, mostra dedicata a illustrare in maniera divertente alcuni principi elementari della fisica e della chimica attraverso exhibit interattivi, e che oggi potremmo a buon diritto definire la madre del Festival.

In un mondo in cui la scienza e la tecnologia permeano la gran parte delle scelte di una società diventa una necessità impellente avere cittadini più informati e consapevoli, quindi in ultima analisi più partecipi dei processi decisionali che li riguardano direttamente, e una classe politica sensibilizzata circa l'importanza di investire di più e meglio in ricerca come base per la crescita del Paese.

Il Festival della Scienza, con il suo bagaglio di centinaia di eventi tra mostre interattive, laboratori, performance, spettacoli, e la vastissima offerta di conferenze accessibili anche al pubblico dei non-specialisti, ha voluto rappresentare una prima, concreta risposta a queste urgenze. Un modo per porgere la Scienza alla gente in modo "fresco" e "nuovo", travalicando i confini delle università, dei laboratori e degli ambiti prettamente accademici attraverso il coinvolgimento diretto del pubblico a tutti i livelli.

Venite a toccare con mano la scienza, vi aspettiamo al Festival!

comments powered by Disqus