A cosa servono le Società Scientifiche

Condividi su      
L. Cifarelli   23-03-2015    Leggi in PDF
Frontespizio del tomo IV, 1757 dell'opera De Bononiensi Scientiarum et Artium Instituto atque Academia Commentarii, Bononiae, L. a Vulpe, 1731-1791 (collocazione 19/165). Courtesy of Biblioteca comunale dell'Archiginnasio, Bologna

È una domanda lecita, che molti si pongono. La risposta non è proprio semplice. Oltre al ruolo che le Società Scientifiche hanno rispetto a cose ovvie tipo spirito di appartenenza, contatti e networking, voce comune e dunque valore aggiunto in determinate situazioni, promozione della scienza e della politica scientifica, ruolo educativo e culturale, contributo al tessuto storico ecc., le Società Scientifiche hanno anche un ruolo fondamentale nei confronti dell'opinione pubblica, anzi della mentalità pubblica: servono a creare fiducia verso la scienza e le applicazioni tecnologiche che prima o poi ne derivano, e consapevolezza dell'impatto che l'uso corretto di scienza e tecnologia hanno per il benessere e il progresso dell'umanità.

I mezzi per raggiungere questi alti scopi sono molteplici: convegni, scuole, eventi, pubblicazioni, premi, mozioni e proclami ... ma soprattutto la forza delle idee dei principali attori che operano, più o meno tutti su basi di volontariato, all'interno delle Società Scientifiche.

Se poi le tante e diverse Società Scientifiche si parlano e collaborano su progetti e iniziative condivise, o a livello geografico o a livello disciplinare/interdisciplinare o a entrambi i livelli, meglio ancora!

In Italia sempre più numerose sono le collaborazioni della SIF con altre Società e Istituzioni su svariati progetti, quest'anno in particolare nel quadro dell'Anno Internazionale della Luce, ma non solo. Ed è molto significativo il fatto che si crei via via un tessuto connettivo tra la SIF e tante altre Società, Accademie, Università, Enti di Ricerca, Istituti Scolastici, e anche realtà diverse come Ditte o Camere di Commercio.

Si è dunque allungata la lista delle Società "collegate" alla SIF, con le quali sono stati stabiliti accordi reciproci di associazione (AGI, AIAr, AIF, AIFM, AIMagn, AIRP, IAS, SAIt, SIEm, SIGRAV, SILS, SIOF, SISFA, SISS), si è rinforzato il rapporto con Società Scientifiche di altre discipline come SCI o UMI, e si è allungato anche l'elenco degli Enti di Ricerca che hanno stipulato convenzioni con la SIF, ossia CNR, INFN, INGV, INRIM e Centro Fermi.

Oltre al partenariato europeo che la SIF ha nel campo dell'editoria scientifica tramite le riviste EPL e EPJ, il collegamento con l'EPS (European Physical Society), di cui la SIF è Società fondatrice, e attraverso l'EPS con altre Società Scientifiche europee come EuCheMS, EAS, EMS, IOP o DPG e non europee come APS o AAPPS, e con Istituzioni internazionali come IUPAP, IAU, UNESCO ecc., è di grande respiro.

La SIF aderisce a molte mozioni promosse dall'EPS, come quelle di quest'anno sul finanziamento della ricerca di base in Horizon 2020 o sulla politica europea in campo energetico circa le emissioni di CO2. La SIF sostiene le Società Scientifiche affiliate all'EPS, come è recentemente avvenuto per la Società Ucraina di Fisica, la SIF partecipa vivacemente alle attività delle Divisioni e Gruppi dell'EPS. Infine la SIF ha avuto un ruolo di riferimento per l'iniziativa varata nel 2011 dei Siti Storici dell'EPS (si veda l'articolo dedicato in questo numero di Prima Pagina).

Su un totale di quasi 30 Siti Storici dell'EPS, che sono stati o saranno inaugurati entro la fine del 2015, ben 5 sono in Italia. L'Italia è un Paese formidabile per il suo patrimonio storico, artistico a culturale. A noi la sfida di fare in modo che per cultura si intenda anche cultura scientifica.


Luisa Cifarelli
Presidente SIF


What are Learned Societies for

It's a fair question that many people ask. The answer is not really easy. In addition to the role that Learned Societies have concerning obvious things like spirit of belonging, contacts and networking, common voice and thus added value in certain circumstances, promotion of science and of scientific policy, educational and cultural role, contribution to historic fabric etc., Learned Societies have also a key role in influencing public opinion, actually public mentality: they help create confidence in science and its sooner or later ensuing technological applications, and awareness of the impact that the proper use of science and technology has for the welfare and progress of humanity.

The means to achieve these high purposes are numerous: conferences, schools, events, publications, awards, statements and declarations ... but above all the strength of the ideas of the main actors involved, more or less on a voluntary basis, inside Learned Societies.

And if the many and various Learned Societies talk to each other and collaborate on projects and shared initiatives, either at geographical level or at disciplinary/interdisciplinary level or at both levels, even better!

In Italy there are more and more collaborations of the SIF with other Societies and Institutions on various projects, this year in particular in the framework of the International Year of Light, but not only. It is very significant that a connective tissue is being created between the SIF and many other Societies, Academies, Universities, Research Institutions, Educational Institutions, and also different organisations such as Companies or Chambers of Commerce.

This is why the list of Societies "connected" to the SIF, with which reciprocal association agreements have been established (AGI, AIAr, AIF, AIFM, AIMagn, AIRP, IAS, SAIt, SIEm, SIGRAV, SILS, SIOF, SISFA, SISS), has increased, the relationship of the SIF with Learned Societies of other disciplines such as SCI or UMI has got stronger, and the list of Research Institutions that have signed agreements with the SIF, namely CNR, INFN, INGV, INRIM, Centro Fermi, has also increased.

In addition to the European partnership that the SIF has in the field of scientific publishing via the EPL and EPJ journals, the connection to the EPS (European Physical Society), of which the SIF is a founder, and through the EPS with other European Learned Societies such as EuCheMS, EAS, EMS, IOP or DPG and non European such as APS or AAPPS, and with international Institutions such as IUPAP, IAU, UNESCO etc., is wide-ranging.

The SIF endorses many statements promoted by the EPS, such as this year that on the funding of basic research in Horizon 2020 or that on the European policy in the energy field about CO2 emissions. The SIF supports Learned Societies affiliated to the EPS, as has recently happened with the Ukrainian Physical Society, the SIF lively participates in the activities of the Divisions and Groups of the EPS. Finally, the SIF has had a key role in the initiative launched in 2011 of the Historic Sites of EPS (see the dedicated article in this issue of Prima Pagina).

Of a total of almost 30 EPS Historic Sites, which have been or will be established by the end of 2015, 5 are in Italy. Italy is a formidable Country for its historical, artistic and cultural heritage. Our challenge is to ensure that what is meant by culture is also scientific culture.


Luisa Cifarelli
SIF President

comments powered by Disqus