Il Premio Fermi 2015 nell'Anno Internazionale della Luce

A. Bettini, L. Cifarelli   29-07-2015    Leggi in PDF

Il prestigioso Premio Enrico Fermi della Società Italiana di Fisica è stato attribuito per il 2015 a Toshiki TAJIMA e Diederik WIERSMA "per i loro contributi innovativi e di grande impatto nello studio dei fenomeni di interazione della luce con materia e particelle".

In particolare:
– a Toshiki Tajima, University of California at Irvine, Irvine, CA, USA, "per l'invenzione della tecnica di laser-wakefield-acceleration le cui numerose e fondamentali applicazioni interdisciplinari vanno dalla scienza degli acceleratori, alla fisica dei plasmi e all'astrofisica";
– a Diederik Wiersma, Università di Firenze, INO-CNR e LENS, Sesto Fiorentino, "per la prima osservazione della localizzazione di Anderson e dei fenomeni anomali di trasporto descritti dalla statistica di Lévy nel quadro delle sue ricerche altamente originali sulla propagazione della luce in mezzi disordinati".

Il Premio è stato istituito nel 2001, in occasione del centenario della nascita del grande scienziato, ed è attribuito a uno o più Soci della SIF che abbiano particolarmente onorato la fisica con le loro scoperte.

Una commissione di esperti nominati dalla SIF, dal CNR, dall'INAF, dall'INFN, dall'INGV, dall'INRIM e dal Centro Fermi (Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche Enrico Fermi), sceglie il o i vincitori tra una rosa di candidati e trasmette il suo giudizio al Consiglio di Presidenza della SIF per l'approvazione finale.

Il settore di ricerca dei vincitori di quest'anno ben s'inquadra nelle celebrazioni dell'Anno Internazionale della Luce e delle Tecnologie basate sulla Luce (IYL 2015). Esso evidenzia inoltre l'importanza di Istituzioni nazionali di ricerca di eccellenza, quali il LENS di Firenze, per lo sviluppo di scoperte e nuove tecnologie da parte di ricercatori internazionali attivi nel Paese.


The Fermi Prize 2015 in the International Year of Light

The prestigious Enrico Fermi Prize of the Italian Physical Society has been awarded for 2015 to Toshiki TAJIMA and Diederik WIERSMA "for their innovative and high-impact contributions to the study of phenomena dealing with the interaction of light with matter and particles".

In particular:
– to Toshiki Tajima, University of California at Irvine, Irvine, CA, USA, "for the invention of the laser-wakefield-acceleration technique which led to a large number of fundamental and interdisciplinary applications ranging from accelerator science to plasma physics and astrophysics";
– to Diederik Wiersma, Università di Firenze, INO-CNR and LENS, Sesto Fiorentino, "for the first observation of Anderson localisation and of anomalous transport phenomena described by Lévy statistics in the framework of his highly original research on light propagation in disordered media".

The prestigious Enrico Fermi Prize was created 2001 by the Italian Physical Society, to commemorate the great scientist on the occasion of the centenary of his birth. The Prize is awarded to one or more members of the Society who particularly honoured physics with their discoveries.

A commission of experts appointed by the SIF, the CNR, the INAF, the INFN, the INGV, the INRIM and the Centro Fermi (Museo Storico della Fisica e Centro Studi e Ricerche Enrico Fermi) selects the winner(s) among a list of candidates and forwards its proposal to the Council of the Society for final approval.

The research field of the 2015 winners is well matched with the celebrations of the International Year of Light and Light-based Technologies (IYL 2015). In addition it shows the importance of the excellence of national research Institutions, such as the LENS in Florence, for nurturing the development of discoveries and novel technologies by international researchers working in the Country.

comments powered by Disqus