L'equilibrio della scienza

Condividi su      
M. Arata   25-08-2015    Leggi in PDF

Prende il via il 22 ottobre la 13a edizione del "Festival della Scienza più bello del mondo" (come lo definiscono i colleghi statunitensi) che riempirà i palazzi e le piazze di Genova fino al primo novembre, all'insegna dell'Equilibrio.

L'equilibrio è infatti la parola chiave di quest'anno, scelta dal Consiglio Scientifico come ponte ideale per collegare la manifestazione ai tempi dell’Expo internazionale di Milano, cui il Festival partecipa, insieme a Bergamoscienza e Idis Napoli, con una serie di attività interattive che si terranno nel Padiglione Italia tra il 7 e il 28 settembre.

Come ogni anno il Festival propone incontri, laboratori, spettacoli e conferenze per raccontare la scienza in modo innovativo e far incontrare ricercatori, appassionati, scuole e famiglie durante 11 giorni in cui le barriere fra scienze matematiche, naturali e umane non esistono più e la ricerca si può toccare, vedere e capire senza confini.

Oltre ad affrontare le questioni più attuali e scottanti del dibattito scientifico, il Festival propone iniziative per aprire alle nuove generazioni la prospettiva di un futuro professionale diverso, raccontando non solo storie di scienza, ma anche d’impresa e di grande avventura intellettuale. Una delle storie più belle, quella di Enrico Fermi e delle sue straordinarie scoperte, sarà raccontata quest'anno in una mostra organizzata dal Centro Fermi che verrà presentata in anteprima al Museo di Storia Naturale di Genova, per poi trasferirsi nella sua sede permanente in Via Panisperna a Roma.

Nello spirito globale dell'Expo, al Festival è stata quest'anno invitata l'Organizzazione delle Nazioni Unite con le sue Agenzie: ci saranno quindi FAO, UNESCO, UNICEF, UNIDO, con ospiti provenienti da tutto il mondo che racconteranno come la scienza stia cercando di risolvere i tanti problemi che affliggono il nostro pianeta.

Un equilibrio interpretato quindi come contributo che la scienza può dare alla pace e al benessere dell’uomo, in un momento in cui fanatismi e problemi ambientali minacciano molte popolazioni.

La scienza è senza confini, tematici, fisici o politici, e a Genova si offre a tutti con qualità, ma anche con un po' di giocosa ironia. Venite a gustarla, vi aspettiamo!

comments powered by Disqus