Al via l’installazione di SESAME in Medio Oriente

Condividi su      
G. Paolucci   26-02-2016    Leggi in PDF

Al via l’installazione di SESAME in Medio Oriente

La prima cella dell'anello di accumulazione installata nell'area sperimentale di SESAME. Credits: SESAME.

SESAME (Synchrotron-light for Experimental Science and Applications in the Middle East) è il progetto per la realizzazione del primo laboratorio di luce di sincrotrone nel Medio Oriente. È gestito da un'organizzazione intergovernativa i cui membri sono: Autorità Palestinese, Bahrain, Cipro, Egitto, Giordania, Iran, Israele, Pakistan e Turchia. Inoltre molti paesi, fra cui l'Italia, sono osservatori dell'organizzazione. Il progetto ha lo scopo duplice di stimolare l'eccellenza scientifica nel Medio Oriente e le nazioni vicine limitando la fuga dei cervelli, dando la possibilità di svolgere ricerche di classe mondiale in discipline dalla fisica fondamentale, alla scienza dei materiali e alle scienze della vita, e di costruire ponti scientifici e culturali tra società e culture diverse, contribuendo a una cultura di pace attraverso la cooperazione scientifica internazionale.

Il centro si basa su un anello di accumulazione di terza generazione da 2.5 GeV, con una circonferenza di circa 130 m e una emittanza di 25 nm·rad. Molti laboratori situati nei paesi osservatori partecipano al progetto con varie iniziative: ad esempio, vengono forniti know-how, consulenza e anche accesso a strumentazioni non disponibili a SESAME. In particolare, il CERN ha coordinato un progetto finanziato con circa cinque milioni di euro dall'Unione Europea per la realizzazione dei magneti dell'anello di accumulazione, tramite il progetto CESSAMag.

L'installazione del complesso di acceleratori è cominciata nel 2011, e nel 2014 il booster ha raggiunto l'energia di progetto di 800 MeV. In un recente articolo, il CERN ha annunciato che gli ultimi magneti dell'anello principale di SESAME avevano lasciato Ginevra verso la Giordania, e questo ha costituito una tappa importante nella storia di SESAME. A inizio febbraio 2016 è iniziato nel tunnel dell’anello il montaggio dei girders e dei magneti, e l'11 febbraio la prima delle 16 celle che costituiscono l'anello di accumulazione di SESAME è stata installata da ingegneri e tecnici del CERN e di SESAME. Le attività necessarie al completamento di SESAME stanno proseguendo attivamente. A maggio, ad esempio, è previsto l'arrivo in Giordania dei primi componenti realizzati grazie al contributo italiano: le prime due cavità RF, costruite nell'ambito di un accordo tra SESAME, INFN ed Elettra-Sincrotrone Trieste. A breve (metà marzo) è previsto anche l'inizio delle attività di montaggio delle prime linee di luce (la linea di assorbimento X e la linea IR). Si prevede che il commissioning dell'anello e delle due prime linee di luce inizino alla fine dell'anno in corso.

Così, nel 2017 la comunità scientifica del Medio Oriente in particolare e tutta la comunità scientifica mondiale potrà accedere a questa nuova infrastruttura di ricerca, realizzando un sogno che all'inizio sembrava impossibile. Ma, come diceva Oscar Wilde, "Progress is the realisation of Utopias."

comments powered by Disqus