Beamline for Schools 2016: ecco i vincitori

Condividi su      
S. Arcelli   29-06-2016    Leggi in PDF

Il 13 giugno 2016 il CERN ha annunciato i vincitori dell'edizione 2016 del progetto di diffusione e formazione scientifica "Beamline for Schools". Da tre anni il progetto offre la possibilità a gruppi di studenti delle scuole medie superiori di tutto il mondo di svolgere un esperimento scientifico su una linea di fascio di un acceleratore di particelle presso il grande laboratorio internazionale di fisica delle particelle. A oggi, gruppi di studenti dall’Olanda, Grecia, Italia e Sudafrica, vincitori delle passate edizioni, hanno avuto l’occasione di fare questa splendida esperienza educativa.

Lanciato in occasione del 60o anniversario dalla fondazione del CERN nel 2014 (ne parlammo anche su SIF Prima Pagina), "Beamline for Schools" è strutturato nella forma di una vera e propria competizione. Quest'anno 151 team provenienti da 37 nazioni, per un totale di circa 1300 studenti delle scuole medie superiori di tutto il mondo, hanno sottoposto un progetto scritto descrivente le finalità e le modalità di realizzazione di un esperimento da loro ideato, accompagnandolo con un video di presentazione della durata di un un minuto. Un panel di scienziati del CERN ha valutato la fattibilità delle proposte, insieme alle motivazioni e alla creatività degli studenti, e due team sono stati selezionati per effettuare il loro esperimento presso il CERN il prossimo settembre: "Pyramid hunters" dalla Polonia e "Relatively Special" dal Regno Unito.

Il team "Pyramid hunters" proviene dallo storico Liceum Ogólnokształcące im. Marsz. St. Małachowskiego a Plock. L'esperimento proposto dagli studenti è rivolto a misurare l'assorbimento dei muoni nel calcare, e potrebbe essere di utilità nell'interpretazione dei dati di una tomografia con muoni effettuata sulla piramide di Chephren diversi anni fa.

Il team "Relatively Special" è composto da studenti della Colchester Royal Grammar School, e utilizzerà una linea di fascio del CERN per verificare l'effetto della dilatazione dei tempi di Lorentz misurando il tasso di decadimento di pioni provenienti dall'acceleratore.

A sottolineare il crescente successo dell'iniziativa, e la sua efficacia nello stimolare e indirizzare gli studenti verso studi scientifici, Claude Vallée, a capo del comitato del CERN incaricato della selezione, ha dichiarato:

"I am impressed with the level of interest within high schools all over Europe and beyond, as well as with the quality of the proposals. This competition is very effective in triggering motivation for fundamental physics of young brilliant students at a moment that is crucial for their future career choices."

Dal punto di vista degli studenti, poi, i team vincitori hanno sempre manifestato un grande entusiasmo e soddisfazione per l'esperienza che hanno avuto occasione di fare, e senz'altro sarà così anche per questa edizione.


Scopri di più 1, 2


comments powered by Disqus