MidnightBlue: la prima versione del software di INDIGO-DataCloud

Condividi su      
D. Salomoni   27-09-2016    Leggi in PDF

Iniziato ad aprile 2015, il progetto europeo INDIGO-DataCloud è coordinato dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e ha come obiettivo lo sviluppo di una piattaforma software che renda possibile, a ricercatori di diverse discipline scientifiche, un utilizzo semplice ed efficiente di risorse di calcolo, elaborazione e archiviazione dati. Al progetto partecipano 26 partner europei, tra i quali università, enti di ricerca e industrie private.

Ad agosto 2016 INDIGO-DataCloud ha rilasciato pubblicamente la prima versione del suo software, chiamato in codice "MidnightBlue". Questa versione è il risultato di una prima fase di raccolta di requisiti portati dalle comunità scientifiche di fisica, astrofisica, biologia strutturale, scienze della terra, bioinformatica, scienze della vita, climatologia, conservazione del patrimonio culturale e altre. Sulla base di questi requisiti sono stati sviluppati componenti software per la scrittura facilitata di applicazioni che utilizzino risorse di calcolo o dati distribuiti su infrastrutture Cloud pubbliche o private, e che permettano alla comunità scientifica europea di fare ricerca in modo più efficace.

INDIGO MidnightBlue è una piattaforma orientata alle esigenze di ricercatori di discipline molto diverse, e attraverso l'utilizzo comune di funzionalità avanzate evita la necessità spesso presente di dover riscrivere ogni volta, da zero, i software applicativi per realizzare l'accesso, la gestione e l’analisi di dati. Il software MidnightBlue, rilasciato con licenza open source, è scaricabile gratuitamente e comprende circa 40 componenti modulari, divise in quattro aree e orientate a: soluzione di problemi di centri di calcolo (Data Center Solutions), di gestione di grandi moli di dati (Data Solutions), di automazione di complessi flussi di elaborazione (Automated Solutions) e di scrittura di applicazioni con interfacce utente come portali o applicazioni mobili (User-oriented Solutions).

A seguito del rilascio di MidnightBlue sono attualmente in scrittura o adattamento circa 15 applicazioni dimostrative, appartenenti a diverse discipline scientifiche, che verranno prima verificate sui testbed di INDIGO-DataCloud disponibili nei paesi partecipanti al progetto, e in seguito rilasciate in produzione su risorse di calcolo distribuite disponibili a diverse comunità scientifiche. Per maggiori informazioni su installazione, supporto e uso del software e per rimanere informati sulle prossime iniziative e rilasci del progetto, è possibile registrarsi online.

comments powered by Disqus