Gli indicatori OCSE per la scienza e la tecnologia

Condividi su      
A. Bettini   15-03-2014    Leggi in PDF

L’OCSE ha pubblicato l’ultimo aggiornamento del suo “Main Science and Technology Indicators”. Il prossimo aggiornamento è previsto a metà giugno. La base di dati completa è disponibile on line.

Le ultime stime dell’Organizzazione confermano il recupero dell’investimento interno lordo in ricerca e sviluppo (GERD = Gross domestic Expenditures on R&D) nel 2012. Nell’area OCSE il GERD è cresciuto del 2.7% in termini reali sul 2011, portandosi a livelli precedenti alla crisi per il secondo anno consecutivo. La crescita è stata dominata dal forte recupero in R&D (ricerca e sviluppo) attuato dal settore delle imprese (+3.5%). I bilanci in R&D dei Governi sono rimasti stabili o sono diminuiti nella maggioranza dei Paesi, riflettendo l’impatto del risanamento dei bilanci.

D’altra parte, l’OCSE valuta l’esistenza di considerevoli aumenti negli investimenti in R&D in Cina, che per la prima volta hanno superato quelli dell’Unione Europea. Nel 2012 la Cina ha investito l’1.98% del PIL (Prodotto Interno Lordo) contro l’1.97% dell’UE. I dati mostrano anche che la Corea è ora al primo posto tra i Paesi OCSE in spese per R&D per unità di GDP (Gross Domestic Product, ossia PIL), una posizione a lungo tenuta da Israele.

comments powered by Disqus