Torino capitale della giovane fisica

L.M. Milanese   28-08-2017    Leggi in PDF

Nell’autunno del 1986, un gruppo di ragazzi dell’Università “Eötvös Loránd” di Budapest organizzò un convegno per studenti di fisica, convegno che sarebbe diventato a tutti gli effetti la prima edizione dell’International Conference of Physics Students (ICPS). La cortina di ferro ancora divideva l’Est dall’Ovest e nessuno dei partecipanti aveva mai inviato o ricevuto un’email, ma la passione per la fisica e lo spirito di condivisione resero l’iniziativa un successo straordinario.

In continuità ininterrotta, la XXXII edizione di ICPS si è svolta in agosto a Torino, per la prima volta in Italia. Si è trattato dello sforzo organizzativo più significativo messo in essere dalla giovane Associazione Italiana Studenti di Fisica (AISF), fondata nell’estate del 2014 e ora attiva in numerosi atenei sparsi su tutto il territorio nazionale. Per l’organizzazione di ICPS Torino 2017, l’AISF ha potuto contare sul generoso supporto di diversi sponsors, pubblici e privati, tra cui la Società Italiana di Fisica e l'Università degli Studi di Torino.

Nella settimana dal 7 al 14 agosto, circa 450 studenti provenienti da 44 paesi si sono confrontati nelle splendide cornici di alcuni edifici simbolo dell’accademia torinese, quali il rettorato dell’Università e il moderno campus Einaudi. I giovani partecipanti hanno ascoltato lectiones magistrales tenute da ospiti di rilievo internazionale, e allo stesso tempo hanno avuto modo di presentare i risultati dei propri studi svolti durante l’elaborazione della tesi e nell’ambito delle prime attività di ricerca. Ricco anche il programma di eventi volti a favorire la socializzazione e il dialogo tra studenti provenienti dai quattro angoli del globo. Uno degli scopi principali di ICPS è, infatti, quello di essere un momento di crescita sia accademica che umana.

Il convegno è stato anche una vetrina eccezionale per diversi centri di eccellenza del nostro Paese. I partecipanti, molti dei quali si accingono a scegliere l’ateneo dove svolgere il proprio percorso di laurea magistrale o dottorato, hanno infatti avuto modo di visitare i laboratori del Politecnico di Torino e, tra gli altri, centri quali la sede centrale di Genova dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) e il Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale. Complementari alle visite ai laboratori, ci sono state occasioni per esplorare alcune perle del territorio, dalla costa ligure al parco e autodromo di Monza.

Durante la conferenza si è anche svolta l’assemblea annuale dell’International Association of Physics Students (IAPS), federazione delle diverse associazioni nazionali. Come di consueto sono stati eletti i membri del direttivo IAPS che sarà guidato nel prossimo anno dall’italiano Mattia Ivaldi. L’elezione di un presidente italiano al vertice di IAPS è un’ulteriore testimonianza degli eccellenti risultati raggiunti da AISF a livello nazionale e internazionale durante i suoi primi tre anni di attività. L'assemblea annuale di IAPS ha scelto anche le città che ospiteranno le successive edizioni di ICPS e PLANCKS, una competizione internazionale di fisica teorica. La fiaccola di ICPS dunque da Torino passa a Helsinki, nel 2018, e a Colonia nel 2019.

comments powered by Disqus